mercoledì, dicembre 30, 2009

Trasparenze

Oggi posto un link ad un sito dedicato a tutti i fatti (belli o brutti) che accadono a Villasimius.

Voi direte e a te che te frega mo di Villasimius?? Ma poi andò se ritrova Villasimius??

Rispondendo prima alla seconda domanda, Villasimius si trova in Sardegna ed è provincia di Cagliari. E' un piccolo comune ad est di Cagliari, fortemente apprezzato e conosciuto per le sue splendide spiagge.

Avrò sicuramente occasione di descrivervi meglio il litorale e il comune stesso. Per ora volevo riportare e personalmente ricordare questo sito che è una specie di "Report" (leggasi trasmissione di Rai 3) dedicato alla cittadinanza e per la cittadinanza.

Trasparenze - Novas de Crabonaxia

Per la traduzione dal sardo del nome del sito...avrete presto risposta !!!

giovedì, novembre 12, 2009

Vaccino ....vacci tu!!

Forse Forse tutta sta storia della suina
protegge i grandi e manna i poveri in ruina?

Forse Forse se paragonata alla malaria
questa influenza e´na bolla illusoria?

Forse ma Forse qualcuno ha voluto ingrossasse le tasche
con i soldi di stati modello
creando un medicinale mai testato
che ti trasforma da maiale in asinello!!!

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2009/11/11/visualizza_new.html_1616598291.html

mercoledì, ottobre 28, 2009

Gran Turismo 2009

Cari miei il 2009 per la coppia "da ManuAle" è stato pieno di città visitate.
Molti di voi aspettavano foto e relativi post che descrivessero in dettaglio i nostri giorni di svago all'estero (che poi come fai a dire estero se viviamo a Monaco di Baviera???)

Se me lo concedete, sfrutto solo un post per fare il riassunto delle tappe del nostro giro per l'Europa.

Maggio - Berlino

Città calda..sia per le giornate assolate, sia per la differenza di apertura mentale delle persone che abbiamo incontrato. Tra tutti, come esempio, rimane indimenticabile una chiacchierata con 2 anziani berlinesi il 1 Maggio nella bellissima Unter Den Linden addobbata per l'occasione (Festa del Lavoro).
Storica chiacchierata sul fascismo e sul nazismo, sulla Stasi e sulla povera Berlino e la ricca Monaco.



Maggio (fine) - Erlangen e la festa della Birra + Norimberga

Spronati dal prode Salvatore, eccoci alzare la Mass piena piena di birra fresca. Erlangen è a tutti gli effetti l'Oktoberfest degli studenti che ad Erlangen frequentano l'Uni. Grazie all'esperienza Erasmus di alcuni nostri eroi, ci siamo lasciati andare cantando "99 Luft Baloonnnnn!!"
Eroi: Salvatore e Sibylle, Davide e Noemi, Ale e Manu, Andrea & Dimitri + cugino di Salvatore as special guest.
Norimberga è stata la tappa di ristoro nel rientro a Monaco. Città che vale la pena di visitare...in una giornata bella calda come quella che abbiamo goduto.



Giugno - Lisbona

Peccato che non ci siano grandi possibilità lavorative per il sottoscritto...altrimenti io e Manu ci saremo già trasferiti nella bellissima città Portoghese.
Città piena di musica (fado), ottime leccornie (baccalau, formaggi ed olive), ottimi dolci (dalla squisitezza di Belem alle paste all'uovo!!), buonissimi vini (vinho verde per primo).....vabbè tutta un'altra storia con la vita a Monaco...mettici pure che ce stà lo mare!!!



Settembre - Londra

La City è una vertigine di luci, colori, persone!!! Le cabine telefoniche storiche, i "cub"taxi anni 50 ma anche un spettacolo di balletto scozzeze e Portobello Road o Caven Road....divertimento garantito e tante stranezze fuori dal comune.



Bene ho assolto il mio dovere di riportare gli avvenimenti avventurosi trascorsi fin'ora....la prossima meta non è stata ancora decisa...quale sarà???

Salùt

martedì, ottobre 27, 2009

Inneres Auge

Un maestro come ce ne sono pochi in Italia, é sceso dall´ascetico Monte Olimpo per regalarci una canzone che colpisce in pieno l´ascoltatore per l´attuale riferimento cantato.

Di Battiato ho giá parlato quando venne a Monaco per una serata di proiezione/discussione del suo film. Rimane un personaggio con grandi arie santoniche e ricerca di un assoluto che a volte nessuno capisce cosa significhi. Dietro a questo velo pieno di spirito, finalmente una canzone che ci riporta sulla terra e che tratta una tematica cosí vile e schifosa che cantata da Battiato ha tutta l´aria di una antitesi dissacrante.

INNERES AUGE - il brano

Come un branco di lupi che scende dagli altipiani ululando
o uno sciame di api accanite divoratrici di petali odoranti
precipitano roteando come massi da altissimi monti in rovina.
Uno dice che male c'è a organizzare feste private
con delle belle ragazze per allietare Primari e Servitori dello Stato?

Non ci siamo capiti
e perché mai dovremmo pagare anche gli extra a dei rincoglioniti?
Che cosa possono le Leggi dove regna soltanto il denaro?
La Giustizia non è altro che una pubblica merce...
di cosa vivrebbero ciarlatani e truffatori
se non avessero moneta sonante da gettare come ami fra la gente.

La linea orizzontale ci spinge verso la materia,
quella verticale verso lo spirito.
Con le palpebre chiuse s'intravede un chiarore
che con il tempo e ci vuole pazienza,
si apre allo sguardo interiore: Inneres Auge, Das Innere Auge

La linea orizzontale ci spinge verso la materia,
quella verticale verso lo spirito.
Ma quando ritorno in me, sulla mia via,
a leggere e studiare, ascoltando i grandi del passato...
mi basta una sonata di Corelli, perchè mi meravigli del Creato!

mercoledì, settembre 23, 2009

Il Fatto

Ciao raga, questo post lo scrivo come rimando al blog "L´antefatto"....blog che fá da apripista al nuovo giornale che da oggi esce in edicola.
Solo per oggi é possibile (per i non abbonati) leggerlo sul web. Rimando a futuri post, il mio commento alla nuova testata, che nei suoi principi e premesse mi trova felicemente ottimista.

L´antefatto BLOG

Il primo numero in pdf (prima parte) / seconda parte

giovedì, settembre 17, 2009

Appercorati























Dal Corriere della Sera di Giovedí 17.09.2009:

Il presidente della Rai, Paolo Garimberti, ha protestato con Berlusconi per le accuse rivolte a Raitre, a «Ballarò», «Annozero», «Report». Non era meglio fermare Berlusconi?

Vespa: «Capisco che è sempre inelegante attaccare quando ci si trova in una posizione di forza. Ma se Berlusconi è costantemente attaccato da Raitre e da molte sue trasmissioni, non ci si può lamen­tare se poi Berlusconi attacca Raitre...».

Pagherei per sapere se Vespa e Fede si vedono in intimitá per discutere sul nuovo sapore del deretano del loro padrone che con reverenza e gratitudine leccano ingordi!

mercoledì, settembre 16, 2009

Dittatura mediatica

AIUTO!!!

AIUTATECI!!!

A breve dovremo tutti ricorrere a Flickr ed altri net software per poter esprimere le nostre idee. La libertá di espressione, elemento fondamentale per uno stato libero, é da tempo sotto attacco in Italia...e a breve il regime dittatoriale del nano chiuderá le porte!

Dopo naturlamente aver dichiarato l´editto di non possibilitá alla libera espressione come durante il Fascismo.

Articoli correlati:

- Leggi fasciste sulla libertá di stampa

- AIUTO

lunedì, settembre 14, 2009

Il regime sull´informazione


Basta leggere questi due articoli di oggi (su Repubblica e sul Corriere della Sera) per capire che piano piano la mano longa mafiocollusa del regime dittatodemocratico italiano deve senza mezzi termini accaparrarsi l´ultimo baluardo dell´opposizione in TV.
Rai 3 é sempre stata, senza troppo nascondersi, il canale di sinistra della RAI. Questa forte egida di una frangia politica é stata accettata al fine di avere una mera distribuzione politica su schermo.

Al momento attuale ci si ritrova in questa situazione:

- 3 canali fininvest
- Rai Uno sotto la gestione dell´attuale governo
- Rai Due gestita da persone inesperte (vedi articolo) messe sulle poltrone per essere gestite dal potere politico di maggioranza

Rimane solo Rai 3 che con i suoi "prodotti" piú famosi (Che tempo che fa, Report solo per citarne alcuni) cerca di non sottostare alla voce del padrone.

Ora che anche Rai 3 verrá inglobata da Fininvest...a cosa servirá guardare la TV???

Io, nel mio piccolo, ho da anni smesso di vedere la TV (italiana, perché quella tedesca ha per me un valore istruttivo della lingua) ... non me manca pe niente!!

giovedì, settembre 10, 2009

Funerali di Stato

Ho capito che é stato l´uomo della televisione (ma non lo era anche Pippe Baude??)

Ho capito che Milano-Fininvest-Mediolanum-Berlusconi erano per lui, la sua vita e lui per loro una bandiera.

Ma qualcuno avrebbe la cortesia di spiegarmi perché fare dei funerali di Stato?? Che se poi sono di Stato mi stá a significare che anche io pago (in quanto contribuente) questo rito funebre...o no??

Certo fosse stato che ne só...uno statista, un martire della mafia, un magistrato che aveva combattuto Berlusconi mandandolo in galera....allora avrei capito l´importanza nazionale nel ricordo funebre.

Ma Mister Allegria rimane comunque un presentatore, che a suo merito é riuscito ad essere sempre presente sullo schermo (né piú ne´ meno del suo padrone) in tutti questi anni. Presenza economicamente ben ripagata, se consideriamo solamente il luogo in cui Mike ha detto addio alla vita terrena.

Comunque io non capisco perché lo Stato Italiano debba ormai considerarsi il Bagaglino del mondo....e domani tutti a parlare svedese!!!

lunedì, agosto 17, 2009

Deutsch B1 Niveau: GUT bestanden!!!!!

Dopo 3 anni e qualche mese, posso finalmente dire che "so mette due parole in fila de tedesco"!!!

Amici e parenti, già dopo il mio primo anno di vita a Monaco, mi hanno iniziato a chiedere: "Ma il tedesco lo parli un pò? Ce capisci qualche cosa quando ti parlano?"

La difficoltà della lingua teutonica si è presentata sin dai primi giorni in cui dovevo dire "Servus" (Salve) o Vielen Dank (Grazie mille!). Aggiungiamoci che nel mio ufficio si parla solamente inglese, il risultato è stato un progredire molto lento nel parlare e comprendere la lingua di Einstein.

Certo già in quel di Latina mi ero allenato con il tedesco (a mia insaputa): smanettando con il videogame "Commando" dove la spia (rigorosamente tedesca) dice "Schau mal dort!" (Guarda la!) oppure "Achtung"; ma il significato di quelle parole l'avrei conosciuto solo dopo alcuni anni e dopo i primi corsi di lingua qui a Monaco.

Corsi di lingua che io ho fatto presso la Volkshochschule (e anche privatamente), perciò dopo l'ennesimo corso di tedesco ho deciso di sostenere l'esame per ottenere il certificato di livello B1 rilasciato dal Goethe Institut (l' equivalente dell'istituto Cervantes per lo spagnolo o del Cambridge per l' inglese).

Il livello B1 certifica la conoscenza basica del tedesco e a volte può essere richiesta per lavorare in Germania.

L'esame consta di 5 parti ognuna relativa ad un aspetto conoscitivo della lingua:

- Conoscenza della grammatica
- Comprensione del testo
- Comprensione della lingua parlata
- Capacità di scrivere in lingua
- Esame orale

Le prime 4 parti sono state sostenute durante una prova della durata di 4 ore. Prova in cui mi sono trovato seduto in un banco di scuola con affianco persone provenienti da i più svariati paesi della Terra (ma la grande maggioranza era di origine Turca).
Il secondo giorno è stato invece il giorno della prova orale.
Questa volta eravamo io ed un altro esaminando a doverci scambiare domande e risposte mentre due professoresse ci giudicavano semplicemente ascoltandoci e scandendo il tempo delle prove (15 minuti in totale).

Il risultato l'ho ricevuto oggi (dopo 6 settimane dalla prova d'esame):





















P.S: Il significato del titolo è "Livello B1 Tedesco: superato con voto BUONO (i voti erano in tutto: Insufficiente, Sufficiente, Discreto, Buono e Molto Buono)

venerdì, luglio 10, 2009

United breaks Guitar

Dopo aver letto l´articolo del Corriere della Sera.....non potete perdervi il video di questa che per me é la canzone del mese!!!


giovedì, luglio 09, 2009

Giustizia e´ fatta

Finalmente una notizia che misura il polso di un Italia decisa ha far valere il diritto di giustizia...finalmente qualcuno che é stato punito per aver commesso il fatto. Altro che palazzinari del quartierino, altro che finanzieri mafiocollusi o che dire...politici nanomafioescortninfomani

tié beccateve questa

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/wafer-condanna/wafer-condanna/wafer-condanna.html

Ciá Italia mia!!

mercoledì, luglio 08, 2009

Quell'orrore da osteria

Da tanto tempo non leggevo su un giornale una chiara e forte presa di posizione contro la monnezza che i politici italiani continuano a gettare in Radio, in TV e sui giornali.
Questo articolo di Francesco Merlo parla chiaro. Senza mezzi termini perché quando la stupiditá é ancora bambina si puó correggere, si puó insegnare come quello che si dice é "cacca" e non va bene. Ma quando la stupiditá non solo é matura ma stazione in un personaggio che dovrebbe rappresentarne tanti altri difronte alla collettivitá allora non si puó tacere o far finta di nulla dicendo..."so cose da ragazzi!!".

Questo articolo della Repubblica.it lo riporto perché sia di esempio per ricordare e ricordarmi che ci sono voci contro in Italia....contro il razzismo bieco di queste persone stupide che infettano il mio paese.


"La sola cosa che fa ridere anche i napoletani sono le dimissioni-patacca di questo Matteo Salvini che, invece di pigliarsi a schiaffi davanti allo specchio, lascia il Parlamento italiano con l'aria di chi ha fatto la grande rinunzia, di chi subisce - lui - un oltraggio.

In realtà la norma gli vieta il cumulo e lo obbliga a scegliere: o inquina Montecitorio o inquina Strasburgo. È vero che sbevezzando e sputacchiando, cantando e straparlando, sarebbe pronto a deputarsi in almeno cinque parlamenti. Ma il povero Salvini deve scegliere. Ecco perché al termine del suo can can birraiolo contro i napoletani fa la 'mossà napoletana delle dimissioni-farsa, e dunque agli sberleffi aggiunge la pernacchia che è codice delle stalle napoletane, è fonema dei quartieri spagnoli. Insomma, la pernacchia finale delle dimissioni da imbonitore di piazza svela in Salvini l'aspirazione a farsi terrone, a farsi napoletano. Ma Napoli, si sa, è la grande cultura europea più la pernacchia. Salvini invece è solo la pernacchia. È l'infelicità di essere pataccaro senza essere terrone: marginale ma non napoletano. Per il resto il cliccatissimo video che Repubblica.it ha messo in rete ieri mattina con gli insulti ai napoletani "colerosi e sporchi come cani" è il documento di un'ossessione, con la birra che rimanda più ad atmosfere di dissoluzione antropologica che al putsch fallito della birreria di Monaco. Si tratti di complotti da ubriachi o di frattaglie d'umanità, le feste lugubri e sguaiate sono l'espressione di quell'ideologia alcolizzata che è sempre stato il razzismo. E il video è una pena perché conferma iconicamente che c'è una sacca di marciume in Italia e che c'è un nesso tra gli ultimi giri di vita razzista della legislazione maroniana e questi cori.

Sempre i cori politici esprimono lo spirito di "combriccola", il rumore che sovrasta l'intelligenza, la viltà individuale, il sostenersi reciprocamente nel buio di un'ideologia, un barcollare da ubriachi che sembri un temibile passo cadenzato. Ebbene il mondo visto da questi coristi è il mondo delle ronde contro le poveri nigeriane (facessero gli sbruffoni a Scampia o nelle banlieue di Parigi!), delle impronte ai bimbi rom, dei vagoni della metropolitana riservati agli italiani... E però è un sollievo sapere Salvini in Europa, lontano da Roma. Certo per i mastri birrai italiani sarà una perdita. Ma noi, inguaribili idealisti terroni, speriamo che il Parlamento europeo guardi l'orrore estetico e ideologico di questo video. Ci illudiamo che , inorriditi, gli eurodeputati, sfortunati colleghi di questo Salvini, trovino la maniera di rimandarlo nelle bettole da cui proviene. Un grande parlamento internazionale, di una civiltà imperiale che si vuole candidare a prendere il posto dell'America nel pianeta non può ospitare, senza farsene complice e senza ammalarsene, un ceffo come questo. Salvini infatti non è un cialtrone, non è pittoresco, non è un settentrionalista, ma è un razzista da osteria che è il razzismo più gaglioffo, quello che non ha bisogno di 'studì genetici, di teorie moebiusiane, e neppure delle dotte corbellerie del professor Miglio sul popolo lombardo. Fosse fatto davvero così il popolo lombardo, bisognerebbe subito resecarlo come una cisti, e non solo dall'Italia, ma anche dall'Estonia, dalla Bosnia, dalla Macedonia, da Montenegro, dall'Impadania, vale a dire la Nonpadania del mondo."

mercoledì, luglio 01, 2009

Censura cosí in Iran come in Italia

La televisione vista in TV ormai non trasmette piú quello che succede, che accade come realtá da riprendere ed interpretare. In Tv la cronaca assume colori particolari, dipinti da alcuni che gestiscono poteri forti. La notizia viene falsata sin dal suo principio piú puro, quello di essere oggettiva.
In TV é il potere a decidere cosa deve andare in onda e cosa no, manca cioé quello che tecnicamente si definisce come controparte o contraddittorio

Si vede solo una parte della realtá...quella che il regime in Italia vuole far vedere. Cosí come a domande scomode non si risponde allo stesso modo si interviene su i sistemi di comunicazione di massa per dar visione solo di una parte della realtá.

Quello che state per vedere é un chiaro esempio di ció che succede in Italia. Le contestazioni vengono lasciate cadere nel nulla, perché quello che conta é il plauso della gente per il loro Duce che li condurrá all´ennesimo schianto e dell´Italia e degli Italiani.

Il discorso fatto nel video non ha alcun senso politico dato che da una parte c´e´una persona che insulta apertamente un´altra parte che stá manifestando contro...dato che le manifestazioni contro il governo non vengono piú rese note.

Questa persona (ahimé) é il capo del consiglio di uno stato senza nessuna forza né economica né istituzionale (dato che le istituzioni si sono tutte asservite al potere politico).
Questa persona continua ad imperversare in lungo e largo in Italia e nel Mondo producendo soltanto della profonda vergogna per chi é Italiano.

All´estero non viene piú chiesto all´ospite italiano, perché hanno votato questa persona...la vergogna é anche loro nel doverci fare una domanda cosí!

venerdì, giugno 05, 2009

Europa ed il suo Mito
















Forse non tutti sanno che il nome Europa prende spunto dalla mitologia classica.

Una storia un pó piccante direi!!
La solita scappatela di Zeus dalle grinfie di una sempre piu´ teutonica ed insoddisfatta Giunone.
Il mito narra di un toro (un altro travestimento del vecchio regente della masnada Olimpionica) che seduce la giovane Europa..e poi in camporella "la fa sua".

Certo potevano scegliere un altro nome, non pensate??
Peró dopo quanto stá succedendo in Italia, forse forse non rimaniamo fuori tema mitologico/storico.

Niente da stupirsi dunque se in Olanda si é giá votato e nessun giornale italiano riporta quanto successo.
Le prime pagine targate tricolore, riportano la solita notizia alla Novella 6000 del premier italiano (foto dalla Spagna di donne nude con l´attempato settantenne).
Mi sorge una domanda: ma sará mica Europa quella??

No no e solo la solita vacca...anche se il toro non lo vedo proprio, piuttosto un anziano signore che sempre vestito di nero mi ricorda Stanlio . Certo le due immagini non combaciano per colpa del baffetto...ma se provassimo (cosí per dileggio!!) a fare un photomix non sarebbe male peró.

Torniamo a bomba sul discorso Europa....in Olanda la notizia del giorno non é tanto la scarsa affluenza alle urne quanto piuttosto il successo elettorale della frangia politica estremista.

Perché nessuno parla del fatto che difficilmente si é discusso in questi ultimi tempi di Europa UNITA, piuttosto di mere beghe interne (guarda Italia e Inghilterra)?

Perché nella TV Tedesca si é fatta tanta reclam per un´Europa da cambiare, ma poi se ti giri intorno ognuno si pota il proprio orticello stando ben attento a non tendere la mano oltre quella siepe??

Ho la vaga sensazione che anche questa volta il toro venga a far visita alla sfortunata eroina mitologica!!

venerdì, maggio 29, 2009

Pino Daniele Live a Monaco

Tappa Bavarese del mittico chitarrista e cantante partenopeo. Il nuovo album ed il conseguente omonimo Tour "Electric Jam" é stato il pretesto per una serata dal gusto napoletano!!!

Pino é sempre Pino...dopo essere entrato acclamato da un pubblico per la maggioranza di chiara origine partenopea, si é lanciato con due versioni "senza chitarra" di Napulé e Quando Quando.

Devo confessarvi che mentre terminava la seconda canzone, ho avuto il sospetto ed il terrore che facesse tutto il concerto solo cantando....invece imbraccia la sua Fender Stratocaster bianca e parte:

video

Le poche parole che Pino si lascia scappare tra un pezzo e quello successivo, sono per spiegare che la scaletta cercherá di raccontare la sua storia musicale.
Di fatto a parte 3 canzoni del nuovo album (tra cui la nuova hit...senza JAx grazie al cielo!!!!!), tutte le altre fanno parte degli album passati...si si anche quelli in cui cantava in napoletano (Ó mejo Pino Daniele a mio parere!).

Gli assoli di chitarra sono stati a mio parere spettacolari ed il sound come sempre potente ed avvolgente:

video

Cosí entusiasmante che il pubblico (ndr. da premettere che la platea era seduta su delle sedie in plastica preparate per l´occasione) si é alzato in piedi....casa piú assurda che rara per i tedeschi, i quali hanno continuato a rimanere seduti mentre gli italiani scalmanati cantavano ad alta voce.."E sona mooo sona mooooo!!"

video

L´unica nota non poco negativa é stata la durata della performance!! Dopo essere uscito per il classico bis (ndr. il pubblico ha iniziato a cantare "O Sole Mio!!" per far uscire Pino!), Pino prima di iniziare a cantare ha nuovamente (la seconda volta) preso il microfono per parlare e dire che sarebbe stato il suo ultimo pezzo.....e´ cosí é stato veramente!!!

Il pubblico ha iniziato a fischiare dopo che Pino era nuovamente (e per sempre) uscito dal palco, evidentemente amareggiato del comportamento del cantante che si é concesso ai suoi fan per poco meno di 1 ora e mezza!! (ndr. il costo del biglietto era di circa 38€...mica bruscolini!)

Il mio personale parare e´quello di aver assistito ad un ottimo concerto sia dal punto di vista musicale che goliardico (io, Manu, il Cis e Noemi ce siamo messi a ballá come dei forsennati!!).
Peccato non aver ascoltato canzoni per me fondamentali come "Je so Pazzo" fra tutte...ma anche come "Quanno chiove"

mercoledì, maggio 20, 2009

Canone di Pachelbel

Dopo aver ascoltato la puntata odierna di Matteo Caccia su Radio2 eccovi la canzone del mese


Schizzi di pazzia...nostra o loro?

Botta e Risposta:

Franceschini: "Il premier rinunci all'immunità"

seeeeeee ce stai pe crede! Co tutto er sudore che hanno versato per il mafiolodo Alfano!

Berlusca avverte: "Da questi giudici non mi farò processare"

Strano vero?? Strano che quando ieri era uscita la notizia sui giornali per la sentenza Mills, la prima cosa che avevo pensato era che il Berlusca avrebbe attaccato la magistratura che é brava,amica, vicina al Premier quando lo assolve e cattiva, di sinistra, una certa magistratura quando lo condanna....semplice pensiero di un malato di mente!

Aggiornamento

Fabrizio Cicchitto aggiunge: ''Oggi vale il lodo Alfano perché altrimenti subiremmo una destabilizzazione totale di tutto il sistema politico italiano in un momento delicatissimo''.

Destabilizzazione é una parola che introduce una stabilitá (mancante)...stabilitá che nel nostro paese non esiste!!! Quindi faciteme ´o piacer di destabilizzarvi dai piedi!!

martedì, maggio 19, 2009

Dittatura legalizzata


C´era il periodo in cui, tra i banchi di scuola, non volava una mosca perché la maestra di lí a poco avrebbe interrogato. Nessuno parlava...molti ripiegavano la testa come a nascondersi in modalitá struzzo...ma alla fine prima o poi ti toccava.

Con queste ed altre esperienze, alcuni di noi sono cresciuti pensando che vivendo in uno stato di diritto, bisogna rendere conto delle proprie azioni nei confronti di un sistema che di contro dovrebbe assicurare un giusto metro di valutazione.

Ormai in Italia tutto questo non vale piú, o meglio non vale per il cittadino comune. Leggasi comune sotto la seguente accezione:

- cittadino senza depositi milionari in banca o immobili, un poveraccio comune insomma
- cittadino che non ha parenti, amici, amiche, santi, patroni e protettori che lo possono aiutare a migliorare la sua condizione di poveraccio cui sopra.
- cittadino che non si distingue tra la comunitá per atti eclatanti: non é belloccio, arrogante, volgare, urlatore, mascalzone, ladro, puttaniere, bestemmiatore o santo...quindi non é mai stato in TV.

Ecco per una persona che si ritrova in questi punti sopra elencati di fatto "LA LEGGE NON E´UGUALE PER LUI!!"

Per tutti gli altri e per chi ci dovrebbe rappresentare come Stato/Parlamento/Dirigenza industriale ecco cosa accade:

"La sentenza dice che Berlusconi ha fatto operazioni illecite e che quindi Berlusconi, se non ci fosse stato il lodo Alfano, sarebbe stato condannato anche lui per questi reati"

Non penso ci sia bisogno di aggiungere altro!!

lunedì, maggio 18, 2009

Che faccio me fermoooo???

Il post di oggi é solo un consiglio di lettura di un articolo di giornale (Repubblica).
Si parla della "lenta" protesta dei ciclisti del Giro, che ieri hanno pedalato metá del percorso a passo d´uomo.
Sono rimasto molto stupito dalle critiche mosse da Cassani, Cipollini, Bartoletti e quanti altri hanno avuto un microfono in mano ieri sera durante il TGiro.
Critiche contro la decisione da parte dei ciclisti di fermarsi per rendere chiaro che il percorso di Milano era pericoloso.
Ma come...invece di commentare le immagini di auto parcheggiate sulle curve del percorso e lungo punti critici...ci si é soffermati sull´"autogol" (ref. Cassani) dei ciclisti nel decidere di fermarsi ?
Ho capito che non era normale fare i primi giri a passo d´uomo e poi fare la volata come da cartello...ma sono rimasto deluso e sopreso dell´attacco nei confronti di Armstrong (che non mi é neanche simpatico!) e di Luca per la decisione presa.

Dopo la lettura di quest´articolo ho capito di non aver avuto solo io questa impressione:

Blog Trotter

giovedì, maggio 14, 2009

Padre Maronno

Bella a tutti!!!

Ultimamente ho scritto dei post critici su quel che ci/mi accade intorno tralasciando i post piú scanzonati dedicati alla mia vita a Monaco.
Vi giuro che a breve posteró un resoconto delle nostre avventure, di sicuro la bellissima gita a Berlino...nel mentre vi saluto e vi regalo un bellissimo video che mio frato Marco mi ha fatto vedere l´ultimo weekend passato a Latina.

martedì, maggio 12, 2009

La maglia ed il Cowboy


Pronti partenza....giro!!!

Eccoci di nuovo davanti allo schermo di Rai 3 per gustare il centenario del Giro d'Italia. Per chi come me, è amante delle due ruote senza motore..questo è il periodo in cui rinasce la passione ciclistica lasciata un pò da parte durante l'inverno.

Questo post però lo voglio dedicare ad un ciclista (mio conterraneo)che quest'anno non parteciperà al Giro : Filippo Simeoni.

Ragazzo del '71 è il campione italiano in carica. La sua squadra doveva partecipare al giro...ma così non è. La motivazione non si riesce a leggere sui giornali, che parlano solo del vecchio rancore tra Filippo e Lans.

Allora cerchiamo di far chiarezza. Circa 5 anni fa...eravamo al Tour 2004 una strana tappa vede come protagonisti proprio Filippo Simeoni e Lans Armstrong.
Succede che durante la tappa, Lans che vestiva la maglia gialla decide di andare a riprendere Filippo che era scattato. Ora la cosa sorprendente era che Simeoni non era uomo di classifica...allora perchè Armstrong avrebbe dovuto fare er boro e andare a riprendere il ciclista laziale (by Sezze)???

Un rancore che Lans portava dentro per essere stato chiamato in causa proprio da Simeoni per un fatto di doping. Quoto l'articolo di Repubblica anno 2004:

"...Simeoni è uno dei pochi corridori italiani ad aver ammesso, in una deposizione al processo contro il dottor Ferrari, di aver fatto uso di doping. Ha pagato e ora conduce la sua battaglia in gruppo. In quella deposizione aveva anche tirato in ballo Armstrong guadagnandosi una querela per diffamazione in cui il campione statunitense lo ha definito "mentitore assoluto"...."

Questo rancore ha portato nel 2009 a far prevalere nuovamente la legge del soldo e del leccaculo all'italiana...su quella della giustizia.
Dato che il nostro amico cowboy amerricano ha deciso di ritornare a correre ed ha scelto come gran parterre proprio il 100 del Giro....tutti appecorinati alle sue scelte...tra cui....NO SIMEONI.

La verità amici miei è che è facile parlare di doping, di mele marcie nel ciclismo....ma nessuno parla della fame di soldi che del doping si fa strumento.
Il caro Lans, con tutto che ha vinto battaglie più importanti (ref. lotta contro il tumore), di quei farmaci per le cure...forse forse si è fatto scudo per altri farmaci meno salutari.
Il fatto è che un ragazzo che diventa Campione d' Italia e non viene chiamato al Giro, doveva essere una notizia bomba...con una eco tre volte più forte della venuta del peyote texano.

Invece ancora la Repubblica recita due righe sulla vicenda della riconsegna (GIUSTISSIMA!!) della maglia tricolore da parte di Simeoni alla federazione italiana.

Amici ciclisti...non ho ancora sentito nessun commento a riguardo da parte degli addetti ai lavori del giro...mi riferisco a Davide Cassani e Co.
Leggo con amarezza che Simeoni per il suo comportamento è stato deferito....vorrei che qualcuno parlasse per mettere in luce un comportamento dapprima giusto nel riferire di dopati e dopatori e successivamente emblematico come quello della restituzione della maglia tricolore.

ITALIANI SVEGLIATEVIIII!!!

martedì, maggio 05, 2009

Coincidenze malate

Similitudini....coincidenze...la storia ciclica che come un nastro di Möbius non ha faccia ma si ripete sempre:

1.

Il potere é necessario...la bellezza vincente:

http://www.libreriauniversitaria.it/mussolini-donne-fusco-carlo-sellerio/libro/9788838920943


http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/politica/elezioni-2009-1/diciottenne-berlusconi/diciottenne-berlusconi.html


2.

L´estraneo deve essere depurato della sua colpa dell´essere diverso:

http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/politica/ddl-sicurezza-5/rivolta-prof/rivolta-prof.html

http://www.storiain.net/arret/num74/artic1.asp


Ci sarebbero ancora tanti altri articola da correlare....la crisi economica, la Chiesa reazionaria e forte di amicizie politiche. Ma anche il popolo addormentato, anestetizzato ora con l´uso del tubo catodico come allora con le parate in piazza e la fanfara del primato italico.

Amici miei, sono davvero dei brutti momenti quelli che stiamo vivendo tutti...forse molti di voi non hanno i miei stessi timori e possono ritenermi un´allarmista...ma dal di fuori (Germania nel mio caso) le luci dei riflettori sparati sui cittadini italiani per confonderli, sono soltanto delle deboli luci e tutto lo schifo che non si riesce a vedere arriva come odore marcio.

Ormai la dittatura o democrazia autarchica come la si vuol chiamare si stá completando. Avrá un altro nome (non piú fascismo) ma basta leggere i giornali dell´epoca che anticipó il ventennio per capire che ci siamo di nuovo ricascati!!

Svegliatevi o scappate...ma sbirgatevi!

mercoledì, aprile 08, 2009

Tra la polvere


Salve a tutti.

In questi giorni grigi, trovo il seguente articolo di Paolo Sorrentino una vera poesia di dolore e attenzione per le persone che vivono questi giorni prepasquali sotto un manto di polvere grigia e con il lutto nel cuore, colore nero che non lascia segno alla speranza.

A breve la Pasqua sará anche quest´anno celebrata. Molte volte ho partecipato alla messa domenicale pasquale; quello che piú ricordo é il richiamo alla luce.
Un Dio che risorge e che viene in ogni chiesa simboleggiato dai bagliori e strali dorati.
Una colomba che spicca il volo ammantata da un fascio di raggi, rappresentanti la vittoria della vita sulla morte, della felicitá ritrovata sul dolore di aver perso tutto.

E´difficile in queste ore, riproporre il messaggio cristiano della rinascita pasquale alla popolazione abbruzzese...alla popolazione italiana invero che si unisce in modo composto davanti ad uno schermo che finalmente serve a dare informazioni e tralascia quel mondo finto di cartapesta che ogni sera ci si piazza davanti.

Leggete l´articolo con attenzione per trovare sentimenti che in questi giorni avete sicuramente provato:

http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/cronaca/terremoto-nord-roma-1/racconto-sorrentino/racconto-sorrentino.html

martedì, marzo 17, 2009

La canzone del mese di Marzo

Rispondo a colpi di video al post di Ame nel suo blog dedicato al video dei Radioheads.

Purtoppo il video dedicato alla canzone dei Negrita, che includo in questo post, riporta solo la copertina del disco (bellissimo!!!).
Aspettando il video di questo che sará un altro grande successo del gruppo aretino, godiamoci la canzoncella!!!



La macchina che guidi
guarda bene non è tua,
la paghi tutti i giorni
al fabbricante di liquame
che va a cena con i santi
che t'infilano le bombe nelle tasche.

E fanno guerre
che bruciano ragazzi come te
che cadono col sogno di proteggere un sogno
e in chiesa la gente che piange
fa largo e si stringe,
nel posto in prima fila
c'è sempre un governante
che tratta col mercante
che cena con i santi
che tirano le bombe
e tirano le somme
e il ciclo non si rompe,
la guerra non è santa,
ma noi stiamo arrivando...

COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO...

Nel pane c'è il corpo,
nel vino c'è il sangue;
nell'oro il demonio,
nell'umiltà il santo...
Nel pane c'è il corpo,
nel vino c'è il sangue;
nell'oro il demonio,
nell'umiltà il santo...

Scintilla un anello
di giallo metallo,
la mano pietosa
saluta il Consiglio...
Al polso gemelli
di rosso rubino,
su un abito bianco
di seta e di lino...
La porpora è un manto
di gloria e di vanto,
sul petto una croce
con sopra il suo Santo...
"Non m'immortalate!"
diceva il suo canto,
"Non mi sbandierate!",
gridava il suo pianto.

Nel pane c'è il corpo,
nel vino c'è il sangue;
che Dio ci perdoni,
se stiamo pregando...

COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO...
IL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO...

Abbiamo il fuoco,
abbiamo ragione.
Saremo più grandi,
saremo più uniti,
saremo più forti
di chi ci ha colpiti...

COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO,
LA BOMBA NELL'ALTRA...
COL LIBRO IN UNA MANO...
LA BOMBA NELL'ALTRA...
LA BOMBA NELL'ALTRA..

martedì, marzo 10, 2009

BORIS

Un salto veloce sul blog per consigliare una fantastica commedia italiana a puntate dal nome


Vi lascio allo spizzo di qualche puntata su youtube o scaricandovi la prima serie in giro per il web. Chicca della serie...la sigla di Elio e le Storie Tese con la canzone "Effetto Memoria" riadattata ad hoc.

sabato, febbraio 21, 2009

Il mio acquario in 3D (prima parte)

Ho aspettato il tempo necessario per vederlo in "azione".... per farvi vedere il bellissimo regalo della mia Manu!!
Il mio primo acquario, una bellissima vasca 80x40x35 (1oo litri effettivi).

Nelle foto seguenti, vorrei descrivervi passo passo tutte le tappe che sono servite per la preparazione, l'ideazione e la realizzazione dell'acquario.

Dopo essermi documentato su internet (grazie mille ad Acquaportal) ed aver trovato tante persone esperte capaci di rispondere anche alle domande più banali; per prima cosa ho dovuto scegliere il biotopo da riprodurre nel mio acquario.

La scelta non è stata semplice, bisogna per primo scegliere quali saranno i pesci che ospiterranno l' acquario...ne esistono tantissimi e per sceglierli bisogna tenere conto del:

  • la dimensione della vasca ---> Niente Discus per un acquario di 100L (minimo ne servono 300L!!)
  • le caratteristiche chimiche dell'acqua---> per un principiante come il sottoscritto, risulta più semplice indirizzarsi verso un'acqua basica (tra valori 6-7 del ph) che non acida. Di fatto l'acqua che esce dal rubinetto di casa risulta avere un ph superiore al 6 quindi in questo caso mi sono evitato sistemi di osmosi e quant'altro per rendere acida l'acqua.
  • La temperatura ---> forse il più semplice dei parametri da controllare, grazie all'uso di un opportuno riscaldatore.

Una volta scelta la popolazione pinnata, si passa alla flora e anche qui le scelte sono dettate da molteplici variabili: l'illuminazione (alcune piante hanno bisogno di tanta luce per poter portare a termine la fotosintesi), lo spazio disponibile in vasca, la possibilità o meno di avere la vasca senza coperchio (acquario olandese), adatte ai pesci scelti (alcune piante vengono mangiate da alcune specie di pesci e possono essere per loro letali).

Alla fine della fiera...la scelta è ricaduta sul biotopo Rio delle Amazzoni. Scelta guidata dalla voglia di avere dei pesci Neon e Cardinali in primis.

Una volta deciso l'habitat dei nostri pesci .... si parte!!

Progettazione della vasca

Prima di tutto era necessario avere una base stabile e funzionale per la vasca. Su internet abbiamo comprato un mobile della Juwel delle dimensioni (e prezzo!!) giusto.




Una volta montato il mobile, ho inserito tra la vasca ed il mobile stesso, un foglio di materiale isolante per ridurre i possibili danni al vetro e per ridurre gli sbalzi di temperatura dovuti dall'ambiente esterno.


La progettazione del fondo è stata lunga, ma vedendo il risultato ne è valsa la pena!!!
Per il fondo volevo creare tra zone separate e ho usato del cartone per creare le separazioni.


La zona centrale avrebbe riprodotto la parte più chiara del letto del fiume. Successivamente ho deciso di introdurre un ramo/radice (Moorenwuerzeln) che facesse da "collante cromatico" tra le due parti laterali.



Preparazione del fondo

Per il fondo i materiali da poter utilizzare sono molti. Ho deciso di utilizzare la Flourite(r) della Sachem per le ottime critiche che ho trovato sui siti e forum specializzati. Di fatto l'unica pecca di questa terra da substrato è il costo; per questo si consiglia spesso di "tagliarla" con una specie di argilla espansa chiamata Aqualit o Gravelit.
La Flourite è un substrato già ricco di principi necessari per lo sviluppo delle piante, mentre l'Acqualit è del tutto inerte. Mischiando la Flourite con l'Aqualit secondo rapporto del 3:1 si ottiene una miscela base per il substrato.

Per la zona centrale oltre all'utilizzo di Aqualit come substrato, ho deciso di rendere più naturale il tutto aggiungendo uno strato di ghiaia naturale della Dennerle (3-4mm).


P.S.: Di fatto mi è stato necessario un'altro sacchetto di Flourite !!


Un prezioso consiglio è stato quello di introdurre tra fondo e substrato anche delle Tabs sempre della Sachem, in modo da aggiungere anche i macro (elementi tipo Ferro e Sodio) assenti nella Flourite.
Queste Tabs una volta spezzate in due o più parti sono state inserite anche nella parte centrale tenendo conto che seppure questa zona non sarebbe stata popolata da piante, avrebbe comunque ospitato le loro radici!!!

L'Aqualit nella parte centrale:



Per le due parti laterali ho deciso di creare una "cornice" di 5 cm di sola Flourite, in modo da nascondere la miscela con l'Aqualit internamente.



Il risultato finale è questo....applausi!!!



martedì, febbraio 17, 2009

Ciao Walter!!

Tutti avevano sperato in Walter...un nome dal gusto anglosassone e che aveva fatto dell'italico "Yes we can" una traduzione romanesca "Se po fa!".
Invece caro Walter, come disse Don Rodrigo: "Non sa da fa!!"

Il buonismo e il silenzio del buon operare non ha vinto contro coloro che urlano urlano e urlano.
La politica caro Walter, non è più una cosa fatta da persone che devono decidere per noi tutti....che grazie alle capacità della dialettica, alla conoscenza della storia del nostro paese, alla passione e all'attaccamento ad un'idea ed ideale...vogliono aiutare tutti i cittadini nel trasformare il paese in un Paese!!

L'Italia è alla deriva....non nascondiamoci dietro alla crisi...in America stanno messi mooolto peggio di noi..ma Obama è una persona carismatica, è l'unione tra la condizione degradata e sofferente dei neri d'america (ancora nel 2009) e la speranza di raggiungere la massima carica istituzionale sul globo.
Siamo sprofondando...siamo diventando solo vecchi...con un pò di pensione e nessun futuro, senza lavoro e speranza....senza giustizia e protezione per i normalitalici!!

Walter su un muro in Sardegna quest' estate ho letto:

Italiani attenti....l'Argentina è vicina

Walter espatria e manda a quel paese tutti quei porci che si sono venduti per far crollare un'idea che in Italia....come sempre non se po' fà mai nulla!!!

Chi é causa del suo male pianga se stesso!!

Notizia del giorno, Sardegna alla destra berlusconiana

Repubblica news

Risposta a tutti coloro che ormai credono che l´Italia possa risorgere dal baratro che si sta giorno dopo giorno scavando!!


Antonio Albanese a "Che tempo che fa"


Saluti a tutti!!!

venerdì, febbraio 13, 2009

Venite siore e siori!!!

Rispedito in Olanda il deputato anti-Islam "Nel Regno Unito è indesiderato"
Geert Wilders, dirigente di un partito di estrema destra e produttore del film "Fitna", era stato invitato da un deputato inglese ma il governo ha detto no. Ora dovrebbe venire in Italia

Me sembra giusto no??? Tanto in Italia accettiamo tutto....perché se c´é da discutere anche con toni accesi di questioni religiose noi italiani siamo bravissimi a farlo...basta che non si parli di chiesa cristiana!!!

giovedì, febbraio 12, 2009

Voci da vicino

Articolo di Roberto Saviano (cliccare sul titolo del post) pubblicato sulla Repubblica oggi....merita tutto il mio consenso

mercoledì, febbraio 11, 2009

Voci di lontano

Die Italienische Politik hat einen Tiefpunkt erreicht. Eluana Englaro ist gestorben, aber die unwürdige Debatte über ihren "Fall" dauert an.
11.02.2009 Frankfurter Rundschau

La politica Italiana ha raggiunto il fondo. Eluana Englaro é morta, ma si continua ancora a discutere in modo indegno sul suo "caso"

martedì, febbraio 10, 2009

Come cani che brancolano selvaggi...

Non voglio spendere troppe righe su una questione morale che merita soltanto silenzio.

La cosa che trovo grave é la mera e triste gazzarra politica alla ricerca dell´odience di una nazione ormai totalmente rimbambita da programmi spazzatura.
Programmi spazzatura, sia chiaro che per me non sono solo i reality show, ma anche i telegiornali (dalla Rai a Mediaset) che ormai si sono piegati a 90° alla dura (sed lex) legge dell´odience a tutti i costi.

Mentana se ne va, perché non gli hanno permesso di scendere in campo per parlare della notizia piú calda della settimana....e hanno preferito il "GF" al suo Matrix.
Vespa continua la sua corsa disperata all´ascolto...l´unica persona che non si é potuto ascoltare invece era la ragazza che ora finalmente riposa in pace!

mercoledì, gennaio 28, 2009

Capitolo 1. Il Bus (prima parte)










Iniziamo questo primo capitolo parlando dei mezzi pubblici di Monaco e tutto ció che li rende affascinanti e strani al contempo.


Sicuramente una delle cose che fa di Monaco una cittá a misura d´uomo, seppur non cosí piccola, e´ la grande rete di tram, metro (S-Bahn e U-bahn) e bus.


La differenza tra S-Bahn e U-Bahn....e´ che nella prima ce stá la S nella seconda la U.


Detto ció passiamo a riportare alcune esperienze di vita vissuta dal sottoscritto che meglio vogliono mettere in evidenza il carattere teutonico nei riguardi dei mezzi di trasporto pubblico.

Inizierei con il mezzo che utilizzo giornalmente per spostarmi e per andare al lavoro....


Il Bus


Nei Bus di Monaco l´attenzione per la pulizia é sempre ricercata, al punto che ogni autista (di solito) nei momenti di pausa da una spazzatina al suo caro e vecchio carrozzone.

La stessa gentilezza prestata al mezzo, non é sicuramente pari nei riguardi di chi cerca in vano di salire sul bus una volta chiuse le porte.


Scena 1 ovvero scendi che poi sali


Immaginatevi una piazzola di sosta ovale, dove da un lato i bus arrivano e scaricano la gente e dall´altro lato la fanno salire.

Una volta io, Salva ed un suo amico decidemmo di prendere il bus per arrivare in una zona periferica di Monaco. Era l´inverno del 2006, quello in cui la neve aveva raggiunto livelli storici.

Faceva cosí freddo, che alla fermata i pinguini ci davano le pacche sulle spalle incoraggiandoci!


Da lontanto vediamo il bus...bus = riscaldamento = calduccio


Arriva....scendono le persone...e noi (insieme ad altri) saliamo. Ad un certo punto sentiamo l´autista sbraitare qualcosa che per me era (e resta ancora) arabo.


Salva mi dice: "L´autista ha detto che dobbiamo scendere, aspettare che faccia il giro della piazzola, e risalire dall´altro lato"

Io chiedo il perché e Salva: "Perché se caso mai qualcuno si facesse male nel fare la curva, la responsabilitá ricadrebbe sull´autista"


Cioe´ 20 metri, forse 10 e tu mi fai scendere ricongelarmi e risalire????


Scena 2 ovvero non ti faró mai salire


Un´altra piazzola, davanti alla fermata di Ostbahnhof (una delle due grandi stazioni dei treni di Monaco). Il bus chiude le porte si muove di 1 cm e si ferma perché gli altri bus in fila non gli permettono di avanzare, in fila aspettando che il semaforo piú giú diventi verde.


Io busso alla porta del bus che é ancora attaccato al marciapiede della banchina...l´autista fa finta di non vedermi e poi....dopo avermi prestato gentilmente attenzione, con la stessa gentilezza mi dice che no...che é´giá partito.


Partito de capoccia dico io!!! Ma te sei mosso de 10 micron e non me fai salire???


Un´altra chicca tutta tedesca é la capacitá di non riuscire ad occupare uno spazio pubblico per quanto possibile.

Addirittura sui bus c´é una scritta: "Per favore scorrere verso il centro e lasciare lo spazio antistante la porta libero".

Ma niente...non riescono a capirlo!!! E quindi se ti fermi un attimo mentre cammini e guardi dentro il bus che ti sta passando davanti, quello che vedi é un grumo di persone in piedi davanti l´entrata, molte persone sedute ma il vuoto lungo la parte restante del bus.


Scena 3 mo te sbrago a terra sta vecchia!


Eccoti quindi ogni volta a lottare con la vecchietta di turno che non si sposta...scusi dovrei passare....niente é pure sorda....e quindi vai di spintone e relativi...ma che maleducazione...ma che screanzato....ma li mortacci tua!!

martedì, gennaio 27, 2009

Un soffio di canzone

Sento le note di un piano
che scendono la scala del mio cuore
fino a raggiungere un giardino sconfinato
dove c´é sempre il Sole
Le farfalle volano leggere
e la musica le avvolge
come un soffio caldo d´estate

E´lí che io ti aspetto
accanto al ruscello
che quieto scorre...

...stacco di rullante! Mi volto
e sei con me.
Mano per mano prendiamo il volo
e la musica sale fino al cielo

Ancora e di nuovo la melodia
ci incanta e ci emoziona
come il nostro amore

martedì, gennaio 06, 2009

Charlotte allo yogurt all'arancia

Leccornia stupefacente che io e la Manu abbiamo preparato per la Befana 2009...una volta tanto siamo noi a regalare un dolce alla vecchia scancherata e bruttina!!!

Beccateve le foto che noi se magnamo la torta!!!



Per tutte le info su come creare questa squisitezza fate un salto sul sito Cucina in Simpatia o più semplicemente cliccando sul titolo del post

sabato, gennaio 03, 2009

Le dodici domande



Da pochi giorni è uscito nell sale cinematografiche il film "The Millionaire". Il film parla di un giovane indiano che partecipa ad un gioco a premi (del tipo "chi vuole essere milionario") e riesce a vincere il premio finale pur essendo un paria (quindi all'ultimo gradino della piramide sociale indiana) senza alcuna possibilità di vittoria.

Questo film è la trasposizione cinematografica del libro Le dodici domande.
Il libro è scritto da uno scrittore indiano che con abilità, struttura la narrazione in capitoli ognuno dei quali è una domanda del gioco a premi. Lo stratagemma narrativo, che nasce dall'utilizzo di un gioco ormai diffuso in tutto il mondo, si fonda sul fatto che il protagonista riuscirà a rispondere positivamente alle dodici domande non usando l'inganno ma bensì perchè ognuna di loro è stata vissuta in prima persona dallo stesso protagonista.
Il protagonista dunque conosce le risposte non tanto perchè ha una conoscenza dottrinale (impossibile per un paria) , bensì una diretta esperienza di vita che lo ha portato a crescere e conoscere il mondo.
L'autore del libro utilizza le dodici "esperienze" del protagonista per aprire porte segrete sul mondo indiano non tralasciando comunque quella suspance tipica del gioco a premi; i capitoli si intrecciano e tracciano l'avventurosa vita di un paria indiano costretto a lottare tutti i giorni per non essere considerato "schiavo" nella sua collettività.


Il libro si legge tutto d'un fiato grazie anche alla scrittura leggera ed allo stesso momento espressiva dello scrittore. Ho trovato singolare la struttura narrativa e la tematica affrontata che dà la possibilità di conoscere il mondo indiano (anche se romanzato) attraverso gli occhi di un ragazzo che gioca al gioco della sua vita.

Mi è piaciuto giocare come fa il protagonista, ma al contrario...ossia pensando a quali potrebbero essere le 12 esperienze della mia vita vissuta e su cui si fonda il mio modo di essere.

Per chi volesse saperne di più:

Le dodici domande

Autore: Swarup Vikas
Editore: Guanda
Prezzo: 15€

giovedì, gennaio 01, 2009

Tedeschi che passione!!!


Buon 2009 a todos!!!

Volevo iniziare l'anno con una novità che mi girava in testa già da un pò!!

La novità consiste in una nuova rubrica del blog, che tratteggi in modo ironico e burlesco il popolo tedesco. Dopo 3 anni di convivenza con i "cemmanici", ho ritenuto fosse il momento di raccontare le stramberie che a volte mi saltano agli occhi nella vita di tutti i giorni qui in Germania.

Questa rubrica è aperta a tutti i miei amici che dividono con me i momenti belli e brutti della vita a Monaco; amici che hanno anche loro dell'esperienze da raccontare e da condividere.
In poche parole cercherò in modo divertente di "macchiettare" i Tedeschi di Monaco di Baviera e dintorni!