giovedì, ottobre 31, 2013

Lorenzo

Per nove mesi ho imparato a conoscere i tuoi movimenti
tu la mia voce.
Poi è stato un attimo e ci siamo incontrati
ho pianto lacrime di un calore brillante.
Ora ti osservo mentre dormi, starei ore a guardarti.
Muovi le tue palpebre di sogni che sanno più di cielo che di terra.
Quella terra che vorresti fare tua quando sussulti e stiri in aria
quelle piccole mani come a dire: "Mondo sei mio!"
Io e Mamma ti racconteremo della terra e del cielo.
Non avere mai paura perché
la vita è una piccola e luminosa essenza
chiamata Lorenzo!

Ti voglio bene
Papà

lunedì, ottobre 28, 2013

Il meglio deve ancora venire...

Si stá verificando la trasformazione che tutti prima o poi hanno nella vita. Alessia mi ha scritto dicendo, che secondo lei é il vero passaggio dall'adolescenza al mondo adulto.
L'arrivo di un figlio é un cataclisma che si mette in moto ancora prima che il furfantello arrivi.....ed ecco quello che siamo riusciti a fare in un timelaps da dopo vacanze ad ora:

- Appena tornati Ale e Manu preparano il piano per la ristrutturazione della nuova casa, trasloco, chiusura appartamento in affitto, voltura utenze, preparare il necessario per l'arrivo del piccolo

- Sul lato rinnovo bagno e parquet, dopo aver accettato una prima offerta lavori, Ale é riuscito a trovare un italobelga che gli ha fatto una proposta che non poteva rifiutare. I lavori comprendono rifacimento bagno, chiusura porta in mattonato, modifica bagnetto piccolo e rinnovo completo parquet (44mq).

- Ho preso tutti i sanitari in Italia quindi abbiamo dovuto gestire la spedizione di un transpallet di kg e kg di peso (solo il piatto doccia sará pesato 80Kg!).La cosa divertente é stata la consegna in un primo momento sbagliata e grazie ad una corsa (penso di aver battuto ogni record) sono riuscito a raggiungere il trasportatore prima che ripartisse per poi accorgerci insieme che aveva sbagliato transpallet!!!

- Le mattonelle della doccia e la doccia acquistati in loco, e quindi sbattimento per scegliere e per la spedizione

- Le tinte dei muri (per quasi tutta la casa) li ho presi anche loro in Italia, ma alla fine per le tinte colorate abbiamo acquistato le latte qui da noi

- Il laminat specifico per il bagno l'ho preso in Olanda. Una domenica mattina sono partito alla volta di Eindhoven ed in 3 ore e mezza netti sono andato, caricato e tornato!

- Tutti gli strumenti per i lavori (trapano con martello automatico, seghetto alternativo......) li ho presi su Amazon.de. Quindi grazie al supporto di Ester, li ho fatti spedire in OHB a Brema e ritirati in occasione di un progress meeting di lavoro.

- Metá Settembre l'inquilina ha finalmente lasciato l'appartamento e ho potuto iniziare i lavori. La parte iniziale é stata la completa demolizione del bagno. La rimozione dei sanitari e di tutti i materiali di scarto che sono stati trasportati dal sottoscritto nel garage di Riccardo. Riccardo é stato gentilissimo nel tenerli lí per poi eliminarli i primi di Ottobre.

- Dopo tre giorni di lavori di demolizione intensi finalmente i muratori hanno potuto iniziare i lavori che sono terminati il 10 di Ottobre (anche se la porta l'hanno rifilata solo oggi!!).

- Mentre i muratori agivano in bagno, io mi sono dipinto nell'ordine: la cucina, la camera del piccolo, la nostra camera da letto e per finire il bagno una volta terminato.

- Prima dell'installazione dei sanitari ho passato un intero weekend per la posa del laminat...devo dire non semplicissimo ma grazie agli strumenti giusti é andata liscia.

- Manu ha contattato svariate ditte, da quella per lo smaltimento oggetti ingombranti a quella per la gestione del riscaldamento (dovendo sostituire un radiatore). In piú ha contattato i vari soggetti per effettuare l'Etat des lieux (la chiusura del vecchio appartamento).

- Grazie ad un buono acquistato su Groupon abbiamo contattato una ditta per il trasloco. Nello stesso giorno abbiamo fatto coincidere la spedizione del mega Pax (Ikea) da 3m. Il tutto perché abbiamo in questo modo utilizzato lo spazio datoci dal comune (pagandolo 70€) per il divieto di sosta difronte casa.

- Il trasloco é stato esclusivemente di mobili e qualcos'altro di voluminoso e pesante (dato che la ditta la pagavamo a tempo!). Il resto, quindi in gran parte cartoni, li ho trasportati di volta in volta a partire da metá settembre quando la casa si é liberata. Anche qui mi sono fatto un mazzo incredibile.

- Il 13 Settembre fatto il trasloco, ricevuto l'armadio e Belgacom (operatore telefonico) ha effettuato il passaggio della linea. Tre in a row...manco S.Gennaro!

- Domenica successiva, grazie alla gentilezza di Gaetano (nostro nuovo vicino di casa) in 6/7 ore abbiamo montato l'armadio,cioé 4 pax + 4 porte scorrevoli. Non abbiamo neanche pranzato per non perdere il ritmo!

- Il 25 Settembre abbiamo riconsegnato le chiavi al vecchio proprietario di casa che anche questa volta si é dimostrato all'altezza della sua categoria (di cui Riccardo non fa parte!!): quella dei bastardi maledetti che spero usino i soldi solo per comprare medicine e per medici!

-  Ieri sera ho finalemente terminato i lavori in bagno con la posa del battiscopa e la finitura della tinta in bagno.

Abbiamo speso energie, abbiamo avuto il supporto di tante persone ed alla fine siamo riusciti nell'impresa...una vera impresa...ma ancora il meglio addá vení!

lunedì, settembre 23, 2013

Lavori in casa nuova..il bagno

 Preparazione del vostro muratore




Questo é il bagno ad inizio lavori di scasso, dopo aver eliminato i sanitari


Ecco il risultato dopo la fatica di 2 giorni di duro martello pneumatico







E la meritata birretta per festeggiare l'impresa riuscita, con urlo liberatorio alla Balottelli





venerdì, settembre 20, 2013

Cambiamento

Cerco di afferrare il tempo ma non trovo il tempo
e cosí mi rendo conto di ogni secondo che passa
e di ció che é stato e ció che verrá.
Il cambiamento ti affascina e chiede la tua attenzione
stravolgerá il circostante
ma il mio pensiero é per me
cosí la paura graffia il mio stomaco.

Lascio la corrente a se stessa
ma cerco sempre di remare verso riva
arriveró stremato ma
consapevole che seppur cambiato
c'é sempre un cuscino su cui poggiare
i miei pensieri

domenica, agosto 18, 2013

Aggiornamento del post precedente

Come previsto

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/31/lavoro-istat-disoccupazione-ferma-a-giugno-ma-tra-giovani-sale-al-391/672277/

Stupisce anche l'ingenua affermazione (posso solo ipotizzare ingenuità) del governo nel parlare di ripresa.
Quello che vedo in grande ripresa sono il numero di attività che chiudono (vie piene di locali vuoti con cartelli di affitto o in vendesi) e l'aumentare dei compro oro, compro argento...a breve compro rame (di chiara estrazione ferroviaria!).
Ahh anche il numero delle persone che chiedono l'elemosina è in palese ascesa...

Questa è la vostra ripresa? State bruciati!

venerdì, agosto 02, 2013

Cosa cambia?

Ieri sera notizia in mondovisione "Berlusconi condannato!"

Oggi Padellaro scrive sul Fatto Quotidiano quali sono secondo lui le prime tre conseguenze di questa sentenza.

Io non sono d'accordo, le prime tre conseguenze non abbiamo bisogno di ipotizzarle, sono giá accadute o stanno giá accadendo:

1) Ieri invece di Superquark mi hanno piazzato quel leccaderetano di Vespa con buona pace del palinsesto di una televisione di regime ormai piú servile di quella vista in Cina.

2) Altro che governo che va a pezzi come dice Padellaro. La prima cosa che ha suscitato la sentenza é stata chiaramente espressa dal capo della P2 Napolitano: "Bene ora riforma della giustizia!". Come se alla fine di una gara di formula 1 vinta da Vettel, Ecclestone se ne uscisse dicendo "Bravo ora peró facciamo delle nuove regole per evitare quanto accaduto!"

3) La piú classica delle conseguenze é naturalmente il dolce far nulla cullati dall'ultimo scoop. A meno di cataclismi o disastri da prima pagina, questa notizia terrá banco fino all'arrivo delle vacanze parlamentari. Quindi si ritornerá tutti (anche B.) a Settembre con l'Italia che é calata ancora di qualche cm nella melma maleodorante in cui stá precipitando (vi anticipo le notizie di Settembre:  nuovo record di disoccupazione in Italia, crollo dei consumi durante le vacanze estive, mai un'estate cosí nera secondo l'associazione alberghiera.....)

giovedì, agosto 01, 2013

Caro amico ti scrivo...

1 Agosto in Belgio, alle 7:30 del mattino la canicule lascia spazio ad una bella arietta fresca con 21-22 gradi che ti lasciano respirare. Il caldo é ancora nel sud Europa, qui le mie narici non soffrono l'effetto afa che mi porta a boccheggiare ogni volta che torno in Italia.

Una sorta di primavera estiva. Salgo in auto e decido di mettere su un CD dei Cure. Mentre la strada scivola sotto le ruote, facilmente la mia mente torna alle giornate in cui studiavamo insieme.
Arrivavo a casa tua quando il caldo ancora non si era alzato e iniziavamo a studiare nella sala da pranzo. Ognuno la sua materia per il prossimo esame all'Uni. Entrambi ingegneria ma facoltá diverse ed io un anno indietro per etá, potevo contare sul fatto che quello che stavo studiando tu l'avevi giá passato :-)

Il rito della signora che chiamava il figlio a mezzogiorno, sembrava far eco alla voce anziana alla fine della canzone Diamante di Zucchero ("Delmo vieni a ca!"). Era la fine dalla giornata di studio e l'inizio di un pomeriggio d'estate!

lunedì, luglio 08, 2013

Manu vs. Telekom 5-0 !!!

Mi ero dimenticato di scrivere un post sullo straordinario successo riportato dalla tenace (questo é il giusto aggettivo da usare in questa storia) Manu.

Prologo:

Si parte per Bruxelles, ergo si chiudono tutte le utenze tra cui quella telefonica (telefono fisso) con la Telekom.
In Germania si devono chiudere i contratti (come per le abitazioni) dando un preavviso che varia da 1 a 3 mesi.
Per legge, nel caso in cui stai lasciando il paese, le societá di utenza non possono richiederti dazio perché il loro servizio copre solo il territorio nazionale e quindi non possono applicare la mora/sanzione di chiusura immotivata del contratto per un servizio che non possono piú erogare.

Storia:

Durante la fase di preparazione del trasloco arriva una telefonata della Telekom che ci insospettisce. Il tipo al telefono, parlando con Manu, le fa presente che noi, seppur avendo dato la disdetta nei tempi consentiti, dovremmo comunque pagare una penale.
Il sospetto nasce quando il tipo chiede a Manu se é d'accordo nel pagare la cifra richiesta.

Chiaro segnale di truffa telefonica!

Manu (dopo anni di esperienza in Germania) risponde che senza una lettera dove motivano il perché di questa penale non caccia una lira.
Ci trasferiamo a Bruxelles e arrivano scadenzate mensilmente le richieste della Telekom di pagare prima il servizio telefonico (come se fossimo a Brema) intimando di chiuderlo se non avessimo pagato: ahahahah!
Poi alla 4 lettera con accumulo di mesi da pagare + relative more, ne arriva una diversa che dice in soldoni che il servizio é stato disattivato (come da noi richiesto da disdetta) e di pagare una penale senza motivare il perché.
Ad ogni missiva Manuela ha mandato fax, raccomandate e lettere spiegando di volta in volta quanto successo e motivando il perché noi non dovessimo pagare nulla.
L'ultima replica di Manu é stata accompagnata dalle parole magiche: "Questa é la mia ultima risposta, la prossima sará quella del mio avvocato".

Finale:

Magicamente arriva una lettera che conferma la chiusura del contratto senza nessuna spesa o penale.

Morale della favola:

Non mollate mai!!! Cercate informazioni e soprattutto pretendete di aver scritto tutto nero su bianco. All'estero se ne approfittano soprattutto se non parlate la lingua del posto. Fatevi mettere, proprio per questo, tutto per iscritto. Se necessita contattate un avvocato e rispondete che passerete per vie legali! In Germania ha funzionato! 

mercoledì, giugno 05, 2013

Facce vedé le foto!

Piú volte mi sono ripromesso (anche su questo blog) di aggiornare amici e parenti sui nostri ultimi viaggi. Vuoi la pigrizia vuoi che per mettere in ordine le foto se ne vanno ore ed ore (e nuovamente ringrazio Lazzaro e Marco per il lavoro certosino durante il nostro matrimonio!!), alla fine non c'hai per nulla voja!

Quindi faccio un riepilogo scritto dei nostri ultimi viaggi e poi magari posteró qua e lá qualche foto.

Dopo la CINA a Febbraio, nostro viaggio TOP 2013, ci siamo poi spostati su localitá di piú facile raggiungimento.

APRILE:

Per Pasqua siamo stati in Sardegna, come da calendario Sardo-Gregoriano.


MAGGIO:

I diversi ponti festivi ci hanno permesso di visitare le nazioni limitrofe (Olanda e Francia), ma per iniziare siamo stati a Durboy facendoci una luuuunga passeggiata lungo fiume fino ad arrivare al piccolo centro con il castello. Durante la strada di ritorno ci siamo fermati a Ciney per bere una fresca birra omonima alla spina!

Siamo stati a Keukenhof in Olanda, per visitare il famoso parco (http://www.keukenhof.nl/fr/) dei tulipani....colorato e impressionante a dire poco!
 
Durante il ponte della pentecoste siamo stati in Francia ed abbiamo visitato in ordine cronologico:
- Amiens e la sua cattedrale (da vedere soprattutto l'interno gotico)
- Chartres e le luci notturne che illuminano il villaggio medievale (http://www.chartresenlumieres.com/fr/)
- Il Castello di Chambord
e
Giverny visitando il villaggio ma soprattutto la casa / giardino di Monet

Abbiamo alloggiato presso dei B&B che non si sono smentiti in quanto ospitalitá, pulizia e qualitá!

lunedì, aprile 15, 2013

Chiudere un conto corrente bancario in Italia e in Belgio



La disperazione di fronte ad una totale assenza di logica nel poter chiudere un conto corrente alle Poste Italiane.
L' incredulità di aver espletato la stessa pratica in solo 15min alla Ing Bruxelles. Incredulitá per il confronto senza pari.

Procedura per la chiusura di un conto corrente in:

Italia - Poste Italiane - Cagliari

1mo giorno:

1) Recarsi alle poste ed accorgersi subito che l'ufficio per i servizi bancari é vuoto
2) Rivolgersi allo sportello piú vicino chiedendo aiuto per chiudere il cc
3) Aspettare che un dipendente delle poste preposto ai servizi bancari si palesi (tempistica sparsa)
4) Chiedere nuovamente informazioni e procedure per la chiusura del cc
5) Sentirsi rispondere che serve prendere appuntamento e che il responsabile che gestisce gli appuntamenti non é in sede...quindi ripassare (si badi bene...non telefonare...ripassare)

2do giorno, ma potrebbe anche essere il 3zo o il 6to: 

1) Riuscire a prendere appuntamento

xxx giorno:

1) Finalmente poter riuscire a chiudere il conto senza peró aver pagato dazio all'illogicitá del sistema. Invece di versare su un altro conto l'ammontare del conto, le Poste te lo restituiscono cash. Ora sorge naturale la domanda: "Non ci sono costi per la chiusura del conto?". Risposta: "Certo infatti lasci 50€, perché adesso non sappiamo quanto sono i costi. Se 50€ sono troppo o troppo pochi, gli notificheremo via posta il totale."

Risultato: Dopo minimo 3 giorni si riesce a chiudere il conto senza peró sapere bene quanto questo ci costerá!


Belgio - ING Bank - Bruxelles

1mo ed ultimo giorno:

1) Avendo prenotato online il giorno e l'ora dell'appuntamento, recarsi in filiale.
2) Chiedere per la chiusura del conto e dare le coordinate bancarie dove poter versare l'importo.

Risultato: Dopo 20 minuti si chiude il conto senza pagare alcun costo.


martedì, aprile 09, 2013

Quanto conta l'amicizia



Qui in Belgio la primavera tarda ad arrivare e non ci fa dimenticare che viviamo ancora nel nord Europa (se caso mai ci fossimo illusi che lasciare la Germania significasse un'estate con camicietta all'hawaiana!)

Aspettando come Godot l'arrivo di piú calde giornate, mi sono lanciato nell'organizzazione di una reunion tra i vecchi amici di Monaco. Abbiamo giá tirato giú alcune date con l'idea di vederci per un weekend e passarlo insieme magari su qualche hütte alpina come ai tempi dell'ormai mittico addio al CisDiabilato.

Vivendo in continuo movimento devo dire che non é semplice mantenere i rapporti con tutti gli amici sparsi in Europa e fuori.

Questo blog é nato (ormai quasi 10 anni fa) con l'idea di tener traccia delle mie esperienze fuori casa...ma poi qual'é la casa: Latina oppure l'Italia? Era Monaco, Brema o forse ora Bruxelles?
La casa é dove ci sono i tuoi affetti, i tuoi cari. Allora la mia casa sará Bruxelles, ma anche Latina, Monaco, Brema e Torino e Roma (me costa cara sta IMU!!). Sará Firenze dove ho passato 3 mesi fantastici durante il corso AUC in Aeronautica.
Dove spero il prossimo anno si riesca a celebrare i 10 anni del 124mo corso AUC!!! Anche per quell'evento cercheró di aiutare l'organizzazione del mega raduno per riuscire ad incontrare molti (spero tutti) dei 120 paricorso che con me hanno condiviso quella fantastica esperienza.

Ci vuole tanta tenacia per mantenere vivo quel rapporto che naturalmente vive di un contatto umano presente. Ci vengono in aiuto blog, FB, tweeter ma anche Gmail e Skype. Oltre che ai classici mezzi di comunicazione quali sms e telefonate.

A volte é faticoso cercare di sentire tutti, perché non basta un Like su FB per dire che ancora ci si sente. Ma a me piace, piace rompervi le scatole e mandarvi ogni tanto un'email solo per farvi sapere come va e interessarmi della vostra vita quotidiana.

Sono o non sono il vostro Diabblo!!

mercoledì, marzo 20, 2013

7 mesi dopo il big bang a Bruxelles

Sono giá passati 7 mesi da quando abbiamo abbracciato a manu prena il cavoletto piú famoso al mondo.
Faccio o meglio cerco di fare una prima stima delle nostre impressioni (di settembre anche siamo ad Aprile) consapevole che stiamo ancora in una fase "turistica" della nostra vita belga.

Molti amici e conoscenti ci hanno chiesto "Com'é Bruxelles? Come vi trovate? Vi manca la Germania? E l'Italia?".

Allora un pó alla volta cerco di buttare giú delle risposte:

Bruxelles é una cittá cosmopoliglotta a prevalenza francese. Per me é come vivere a Parigi solo in piccolo.
Camminando per le vie del quartiere Schaerbeek dove viviamo, si possono ascoltare diverse lingue anche se poi si comunica in francese.
Di francese ritrovo lo stile bohemienne / liberty di alcune bellissime case, il gusto nel mangiare, il sapersi vestire.
Al momento ci sentiamo immersi in un tessuto sociale che non riconosce una sola nazionalitá. Avere la carta d'identitá e la patente belga, mi fa sentire parte di questo piccolo paese anche se formalmente rimango uno straniero. Uno straniero peró come la stragrande maggioranza degli abitanti della cittá. Ecco dunque che, l'assenza di una forte identitá cittadina mi permette di non sentirmi poi cosí etranger.
Ho trovato quindi una mia collocazione cosa che in Germania non riuscivo a trovare, forse proprio per il non riuscir (mia natura)ad abbracciare in toto la struttura ferrea della mentalitá tedesca.
Ho perso gli amici in primis, anche se grazie a Skype et similia si rimane in contatto. Ho perso il perfetto ed oliato meccanismo dello Stato tedesco. E parlo di burocrazia e parlo di servizi al cittadino.

No, non mi manca la Germania anche perché dista poco piú di un'ora d'auto. Devo dire grazie ad un paese e popolo che rispetto e che mio malgrado, ho scoperto con difficoltá. Manu dice che é colpa delle brutte esperienze con i padroni di casa a Monaco, se il mio livello di affezione verso il popolo tedesco non ha mai raggiunto il 100%.
Puó darsi, io continuo a pensare che il mio essere "pazzarello" poco ha a che fare con la mentalitá tedesca.

Ho trovato la possibilitá di avere l'Europa a portata di treno, aereo, auto.
7 anni di vita all'estero mi hanno reso consapevole di una cosa: vivere all'estero mi piace.
Sará forse che non ho radici forti nella cittá da cui vengo (Latina) ma in cui non sono nato (Frosinone).
Sará che i vincoli familiari e parentali non sono mai stati cosí stretti.
Sará che ormai la nostalgia é stata assimilata alla luce di una famiglia costruita pian pianino qui fuori dall'Italia.
Comunque sia, mi ritrovo cittadino europeo con la voglia di viaggiare e vivere l'Europa.

Ecco che Bruxelles é la cittá ideale, perché in 1ora e 30min sei in centro a Parigi ed in 2ore e passa sei a Londra spostandoti comodamente con il treno.

Questo é quanto per adesso...vedremo come evolveranno le cose :-)

martedì, marzo 12, 2013

Il guinzajo

Sarà stata la fiction di ieri dedicata ar maestro Trilussa, sarà stato il seguente programma di politica da salotto fatto stà che mi è venuta voglia di scrivere questa piccola storiella

E' notizia de oggi sui giornali 
un branco de cani pe difenne er padrone 
s'è radunata nella casa do pe legge semo tutti uguali. 
Non so i latrati ma la disperazione 
de tornà randagi senza denti 
quanno non è l'osso ma il guinzajo 
che li fa da omini animali.

venerdì, febbraio 22, 2013

Intervistati in Cina

Aspettando di terminare la selezione delle foto fatte in Cina ecco la chicca mediatica del nostro viaggio.

Ebbene sí siamo in TV CINESE!!!! Durante i giorni a Moganshan abbiamo avuto il piacere e l'onore di essere intervistati da una tv locale che stava girando un servizio sulla zona.
Ora non chiedetemi cosa dicono di noi o di cosa parli strettamente il filmato...potrebbe anche darsi che il tutto verta sul tema: "Voi che fate del comunismo il vostro stile di vita!!"

Comunque sia buona visione

video

Special thkx to +Paola Peraboni  +Manuela Busia  +Sylvain Guenon!!!